Carrello 0

Vai al carrello
succo capillare.png

Succhi, frullati e centrifughe

Pubblicato il 08 settembre 2017 in Collaborazione con l'Università degli Studi di Brescia - Corso di Laurea in Dietistica

SUCCHI, FRULLATI E CENTRIFUGHE

16 e 18 maggio 2017

Docente MICHIELETTO

Nelle due serate informative abbiamo ricevuto nozioni sul corretto utilizzo del frullatore e dell’estrattore.

Inoltre abbiamo sperimentato diversi abbinamenti di frutta, verdura e spezie per ottenere degli estratti sani e gustosi.

Le ricette che andremo ad esaminare sono quindi sviluppate con l’utilizzo di ESTRATTORE, nel quale possiamo inserire sia frutta che verdura fresca, senza doverla prima cuocere.

DIFFERENZE TRA ESTRATTORE E FRULLATORE

ESTRATTORE

L’estrattore di succo lavora sulla lentezza e si basa sulla divisione del succo dalla fibra.
L’estrattore ha una coclea che gira a 40 giri al minuto e spreme la frutta e la verdura estraendone il succo che verrà diviso dalle fibre.
Si hanno due bocchette che portano all’esterno, da un lato lo scarto di fibre e dall’altro il succo.
Con l’estrattore si possono ottenere dei succhi favolosi e ricchi di micronutrienti ed enzimi vivi, in quanto la lentezza del motore non riscalda il succo e non denatura i principi nutritivi.
Gli scarti possono essere estratti ancora due volte per ottenere più succo e poi possono essere impiegati per barrette essiccate, muesli, impasti dolci e salati.

Per poter estrarre il succo con la lentezza di 40 giri al minuto, ci vorrà un po’ di tempo e per pulire il filtro che sta sotto la coclea e lavare ogni pezzo si impiegherà qualche altro minuto. Nulla di impossibile, basta essere organizzati e metodici nella pulizia: 5 minuti ad ogni estrazione con semplice acqua tiepida, faranno sì che il vostro estrattore non si incrosti irrimediabilmente

FRULLATORE

Il frullatore a vortice si basa sul principio opposto: alta velocità e tempi ridotti; nessuno scarto, ma polverizzazione delle fibre per ottenere un frullato omogeneo che contenga sia fibre che succo.
Con il frullatore non si avranno scarti e lo si potrà impiegare non solo per fare dei frullati, ma per frullare tutte le basi di cui abbiamo bisogno in cucina, anche calde.

Il processo è molto veloce: si lava la verdura e la frutta, si inserisce nella caraffa, si aziona e in pochi secondi il frullato è pronto.
Il lavaggio è semplicissimo: basterà sciacquare la caraffa con un po’ di acqua tiepida e asciugarla.

PROPRIETA’ DELLA FRUTTA

La frutta è un alimento a bassa densità calorica, caratterizzato da una grande varietà di principi nutritivi:

  • DISSETANTE: alto contenuto di acqua che si aggira tra 80% e 95% in relazione al tipo di frutta.
  • RICCA IN VITAMINE: soprattutto vitamine A e C.
  • RICCA DI MINERALI: ogni frutto contiene minerali diversi, è quindi auspicabile consumare frutta con grande varietà di colori, ma restando attenti alla stagionalità.
  • RICCA DI FIBRA: cellulosa, emicellulosa e pectina.
  • BUON CONTENUTO DI ZUCCHERI.

PROPRIETA’ DELLA VERDURA

Spesso nei frullati o estratti possiamo utilizzare anche diverse tipologie di verdura.

A differenza della frutta, la verdura contiene un minor quantitativo di zuccheri. Un ottimo dato se  volessimo preparare un estratto poco zuccherino ma il sapore non sarà così dolce come un estratto di sola frutta.

*** NOTATE BENE CHE LE RICETTE PROPOSTE VENGONO SVOLTE CON UN ESTRATTORE E, COME PRECISATO NELLA PARTE INTRODUTTIVA, LE FIBRE NON SARANNO COMPRESE NEL SUCCO OTTENUTO

UTILIZZO DI SPEZIE

Possiamo aggiungere spezie al nostro preparato per rendere tutto ancora più sano e gustoso.

Le spezie possono avere diverse propiretà:

  • AUMENTARE DIGERIBILITA’ (finocchio, anice e cardamomo)
  • RIDURRE FENOMENI FERMENTATIVI (cumino)
  • AUMENTARE IL SAPORE (anice, zenzero, cannella)

Aggiungete le spezie nel vostro estratto già pronto, mescolate a sufficienza e bevete in tempi brevi evitando l’ossidazione di tutte le componenti nutritive dell’estratto.

Per aumentare il gusto di alcuni frullati o estratti (soprattutto a base di verdura) posso aggiungere dei dolcificanti naturali:

-miele

-sciroppo d’agave

-succo d’uva

-stevia

-manna

La bellezza di queste preparazioni è la diversità e la miriade di accostamenti che possiamo inventare e testare.

Oltre alle ricette proposte e che troverete, possiamo inventare nuovi frullati ed estratti quotidianamente, basta giocare con frutta e verdura di stagione, spezie e dolcificanti.

ALCUNE RICETTE CON ESTRATTORE…

N.B le ricette sotto proposte sono sviluppate partendo da % di frutta, non vengono quindi specificate le quantità da utilizzare per un determinato numero di persone.

Viene lasciato all’operatore il compito di gestirsi, anche grazie all’esperienza, sulla quantità da utilizzare.

Ricordiamo inoltre che lo scarto può essere sottoposto una seconda volta ad estrazione.

  • SUCCO DEL MATTINO CON FRUTTA A BASSO INDICE GLICEMICO

INGREDIENTI

Suddividere in parti uguali :

-fragole

-melone polpa

-pompelmo polpa

-arancia polpa

-kiwi polpa

-mela polpa

aggiungere succo di limone q.b.

PROCEDIMENTO ed INFO

Procedere con l’estrazione di tutti i prodotti e servire.

I frutti utilizzati sono tutti a basso indice glicemico e ricchi di vitamina C, un potente antiossidante.

  • SUCCO ALCALINO MACROBIOTICO

INGREDIENTI

-40% patate

-25% alghe wakame*

-10% anacardi in crema

-10% prezzemolo

-5% prugne umeboshi

-5% miso di riso bianco

-5% aglio

* ammollare le alghe almeno 2 ore prima dell’ utilizzo.

PROCEDIMENTO ed INFO

Procedere con l’estrazione di tutti i prodotti e servire.

Utilizzare la pasta di anacardi solo ad estrazione avvenuta.

I preparati alcalini sono ottimi rimedi contro l’acidità di stomaco ed aiutano a favorire la corretta digestione.

Il miso è ricco di molti enzimi e fermenti vivi (come lo yogurt), diventando così un prezioso alleato per il benessere intestinale, per il miglioramento della digestione ed il rafforzamento della flora batterica autoctona. Il miso è un alimento eccezionale per l’alto contenuto di proteine tutte vegetali, senza quindi l’apporto di colesterolo e di grassi animali, il che lo rende adatto praticamente a tutti e in special modo ai vegetariani ed ai vegani. Nello specifico, le proteine sono di elevato valore biologico e molto digeribili, ma non solo: il miso contiene ben 8 amminoacidi essenziali. 
L’umeboshi  viene considerato un alimento utile per favorire i processi digestivi, promuovere la disintossicazione dell’organismo, attraverso l’eliminazione delle tossine in eccesso, e stimolare l’appetito. Favorisce il riequilibrio del funzionamento di organi importanti come il fegato con l’eliminazione di tossine.

  • SUCCO ALCALINO ESTIVO

INGREDIENTI

-30% meloni

-30% lamponi

-30% albicocche

-10% zenzero e lime

PROCEDIMENTO ed INFO

Procedere con l’estrazione di tutti i prodotti e servire.

Lo zenzero contiene acqua, carboidrati, proteine, amminoacidi, diversi sali minerali tra cui manganese, calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro e zinco, vitamine del gruppo B, vitamina E e olio essenziale. Questa spezia gode di tantissime proprietà curative, tra cui antiinfiammatorio e antisettico, antiemetico, antiacido. 

  • SUCCO DEPURATIVO

INGREDIENTI

-70% carote

-30% barbabietole senza buccia

-Un pezzetto di zenzero

PROCEDIMENTO ed INFO

Procedere con l’estrazione di tutti i prodotti e servire.

Questo succo favorisce una naturale depurazione dell’organismo, soprattutto agendo su fegato, reni e sangue. 
La barbabietola è rinomata poiché cattura le tossine nel sangue e ne facilita l’eliminazione.

Grazie allo zenzero, questo succo gode anche di attività antiinfiammatoria.

Il contenuto di beta carotene infine combatte l’azione dei radicali liberi e rinforza il sistema sanitario.

  • SUCCO NIGRUM E SAMBUCO

INGREDIENTI

-30% succo di sambuco

-30% ribes neri e rossi

-20% mirtilli

-20% more

PROCEDIMENTO ed INFO

Procedere con l’estrazione di tutti i prodotti e servire.

Questo tipo di succo è stato preparando utilizzando anche una parte alcolica.

Il succo di sambuco è noto fin dall’antichità per i suoi benefici sul sistema immunitario e contro il raffreddore; è inoltre d’aiuto per una sana diuresi e per il sistema cardiovascolare.

Anche i frutti di bosco sono un ottimo rinforzo per il sistema cardiovascolare, aiutano a tenere sottocontrollo il peso e rallentano il processo d’invecchiamento.

  • SUCCO ANTIOSSIDANTE CON BACCHE DI GOJI

INGREDIENTI

-40% Mango maturo

-40% Papaya matura

-15% Arancia

-2% Bacche di goji

-3% Latte di mandorla in polvere

PROCEDIMENTO

Pulire il mango e la papaya dall’osso e dalla buccia e centrifugare con l’arancia.

Prima di bere aggiungere le bacche di goji ed il latte di mandorla in polvere, quindi mescolare e servire.

La papaya è considerata una vera miniera di antiossidanti, molecole che contrastano i processi ossidativi che degenerano le cellule; contiene inoltre molte vitamine, come la K, acdo folico e potassio.

Il mango è invece un ottimo ricostituente e antistress.

  • SUCCO FIBRA E CEREALI

INGREDIENTI

-40% Kiwi

-20% Pere

-20% Mele

-10% Crusca d’avena

-10% Aloe vera in foglie

-Semi di lino

PROCEDIMENTO

Pelare le foglie di aloe e centrifugarle con kiwi, mele e pere.

Unire poi i semi di lino e la crusca d’avena, quindi servire dopo qualche minuto dalla preparazione.

L’aggiunta dei semi di lino permette di introdurre preziosi acidi grassi essenziali, come omega 3 e omega 6 mentre la crusca fornisce fibre, fondamentali per il corretto transito intestinale.

INDICAZIONI ALL’USO DI QUESTI FRULLATI

Le centrifughe, come descritto nella parte iniziale, sono ancora provviste della parte fibrosa che è naturalmente presente nella frutta o nella verdura.

Se da un lato essa regola e coordina il normale funzionamento intestinale, dall’ altro potrebbe provocare qualche fastidio; se avete un intestino irritabile o non riuscite a digerire bene alcuni alimenti (notando gonfiori addominali, meteorismo o dolori) meglio evitare l’utilizzo sfrenato di questi preparati.

Per quanto riguarda gli estratti, essi hanno acqua, zuccheri della frutta e tutti gli oligoelementi; venendo a mancare la fibra, risultano quindi più digeribili.

Nonostante ciò, meglio non esagerare con frullati o estratti : restano comunque alimenti ricchi di zuccheri. Sono sicuramente molto più sani dei succhi in brick ma non possono essere un sostitutivo dell’acqua.

Uno o due frullati durante la giornata, meglio lontano dai pasti principali, ci aiutano a riequilibrare le nostre scorte di vitamine e sali minerali.

Attenzione infine all’utilizzo di certi frutti o verdure in pazienti con patologie che ne richiedono un uso moderato; facciamo riferimento a frutta troppo zuccherina per i diabetici o verdura con elevate quantità di potassio per persone con problemi renali.

Se avete dei dubbi, rivolgetevi al proprio medico.

 

Renna Antonio
Mella Andrea

Post precedente:
Tortino al cioccolato Lactose free con gelato al pistacchio e salsa cocco vaniglia
Post sucessivo:
Cucina anti-aging

I nostri sponsor

Seguici sui nostri social